Eventi 2020

Scopri tutte le iniziative dell'edizione 2020 del Villaggio Letterario.


Eventi di Febbraio

EVENTI DIFEBBRAIO

  • IL RITORNO DI ARTEMISIA A POZZUOLI

    GIOVEDÌ 06 FEBBRAIO 2020 ore 18:00

    PARTNER  ASSOCIAZIONE VILLAGGIO LETTERARIO  

    Artemisia Gentileschi “L’Adorazione dei Magi” dal 6/2 al 31/5 

    Dopo il successo di “Un Capolavoro per Milano” 2019, ritorna a Pozzuoli L’“Adorazione dei Magi” di Artemisia Gentileschi.

    L’opera della grande pittrice caravaggesca dallo scorso mese di ottobre è “ospite d’onore” del Museo diocesano Carlo Maria Martini di Milano per l’annuale evento organizzato nella città ambrosiana in vista delle festività natalizie. L’edizione del 2019 ha visto la collaborazione delle diocesi di Milano e Pozzuoli che insieme hanno voluto creare non solo un evento, ma un’esperienza di condivisione, di arricchimento, di sostegno nella fede, di sinodalità. Ora tornando a casa la straordinaria tela di Artemisia vede nuovamente le diocesi coinvolte, con il sostegno della Soprintendenza ABAP per l'area metropolitana di Napoli, per l’allestimento di una mostra che consenta di ammirare l’opera in tutti i suoi particolari. L’“Adorazione dei Magi”, infatti, fa parte della quadreria del coro della Cattedrale di Pozzuoli, riaperta solo nel 2014 dopo un grandioso restauro a cinquant’anni dalla chiusura causata da un incendio e dai danni del bradisismo del 1970. Questa mostra è la prima nel territorio flegreo dedicata ad Artemisia Gentileschi, ma ancor di più è l’occasione per gustare in tutta la sua imponenza e nella delicatezza dei suoi forti dettagli l’opera della grande pittrice. Abitualmente essa è collocata nella Cattedrale San Procolo martire al rione Terra di Pozzuoli tra altre tele e molto in alto. Questa mostra vuole essere l’occasione per soffermarsi faccia a faccia con il mistero di bellezza che la straordinaria artista ha voluto imprimere sulla tela attraverso la scena dell’adorazione dei magi del Vangelo secondo Matteo.

    La mostra verrà inaugurata giovedì 6 febbraio 2020 alle ore 18:00 nel Museo diocesano di Pozzuoli e durerà fino al 31 maggio 2020.

    Essa si colloca inoltre come il primo di una serie di appuntamenti d’arte, dal titolo “I Tesori della Cattedrale di Pozzuoli”, organizzati in collaborazione con la Soprintendenza ABAP per l'area metropolitana di Napoli, per la valorizzazione della storia e dell’arte del territorio flegreo e della Cattedrale di Pozzuoli.

    Interverranno all’inaugurazione il Vescovo della Diocesi di Pozzuoli, Mons. Gennaro Pascarella, il Sindaco di Pozzuoli, dott. Vincenzo Figliolia, il Soprintendente ABAP per l'area Metropolitana di Napoli, dott.ssa Teresa Elena Cinquantaquattro, la Direttrice del Museo Diocesano di Milano, dott.ssa Nadia Righi, il Responsabile dell'Ufficio Beni Ecclesiastici della Diocesi di Pozzuoli, don Roberto Della Rocca, il Funzionario Storico dell'Arte della Soprintendenza ABAP per l'area metropolitana di Napoli, dott.ssa Marianna Merolle.

    Per l’occasione la diocesi di Milano farà dono del progetto “DescriVedendo”, un metodo innovativo per rendere accessibile a tutti l’arte, anche a chi ha ridotta o nulla capacità visiva.

    Patrocini morali gratuiti: Comuni di Pozzuoli, Quarto, Bacoli e Monte di Procida con i loro rispettivi sindaci;

    Partner:  le associazioni Villaggio Letterario, Lunaria Onlus A2, Associazione Italiana Sommelier (AIS) di Napoli, Liberass

    Si ringrazia ancora per l’aiuto l’Unione Nazionale dell’Arma dei Carabinieri Delegazione di Napoli.

    Il museo sarà aperto il sabato e la domenica dalle ore 9:30 alle 13:30 e dalle 15:00 alle 18:00

    Per i gruppi e le scuole sarà possibile prenotare visite anche nei giorni infrasettimanali.

    Contatti: tel: 081 5264761 (attivo sabato e domenica)


Eventi di Marzo

EVENTI DIMARZO

  • PASSEGGIATE VIRTUALI FLEGREE

    DOMENICA 01 MARZO 2020 ore 15:35

    Passeggiate virtuali flegree a cura di Anna Russolillo fondatore e presidente Villaggio Letterario 

    Il quotidiano il “Roma” con il Parco Archeologico dei Campi Flegrei (MiBACT), con l’Ufficio Beni Culturali Ecclesiastici della Diocesi di Pozzuoli, con l'associazione Villaggio Letterario, l'associazione Lunaria Onlus A2 aderiscono alla campagna #iorestoacasa e propone 20 “Passeggiate virtuali flegree”. 

    Si vivranno da casa le emozioni dell’arte con articoli divulgativi e video dedicati ai principali monumenti flegrei. 

    Il progetto curato dall’architetto Anna Russolillo vede la collaborazione dello studioso Don Roberto della Rocca, degli archeologi Fabio Pagano, Lucia Manuela Proietti, Mariaclaudia Catalano e Maria Teresa Moccia di Fraia, del videomaker Fiorentino Di Ruggiero, del compositore Pierpaolo Petta

    Scarica PDF

Eventi di Maggio

EVENTI DIMAGGIO

  • TROFEO MAIORCA

    VENERDÌ 08 MAGGIO 2020 ore 11:00




    2°TROFEO MAIORCA in ricordo di Enzo Maiorca su idea di Anna Russolillo

    MADRINA DEL TROFEO

    Patrizia Maiorca  


    DIREZIONE ARTISTICA E TECNICA: 

    Anna Russolillo, Enzo Maione, Pasquale Vassallo

     

    PRESIDENTE GIURIA: 

    Pippo Cappellano


     

    GIUDICE DI GARA

    Marco Gargiulo


    GIURIA:

     Anna e Settimio Cipriani, Marina Cappabianca, Pasquale Vassallo, Guido Villani, Alessandra De Caro 

     


    Scarica PDF
  • IL CINEMA E IL MARE DAL 1920 AL 2020

    VENERDÌ 08 MAGGIO 2020 ore 20:00

    “Il Cinema e il Mare dal 1920 al 2020” è il titolo della mostra di celebri frasi dei Film Cult con frame di manifesti e di scene che hanno come fil rouge il mare. 

    L’esposizione a cura dell’architetto Anna Russolillo presidente di Villaggio Letterario,  offrirà l’occasione per ripercorrere con cadenza decennale il filone di successo dedicato al grande blu dal primo Film muto ai Film Cult.  La storia del cinema in 10 frasi e in 10 frame per rileggere un capitolo importante della società e del costume dal 1920 ad oggi. Una esposizione che permette di apprezzare e “rivivere" alcune tra le pellicole più belle dalla Giustizia del Mare alla Vita di Pi passando per la Tragedia del Bounty, 20000 leghe sotto i mari, lo squalo, Waterworld e Titanic. Al termine il Brindisi con l'Associazione Liberass e con l' Associazione Italiana Sommelier guidati dal delegato di Napoli Tommaso Luongo.

  • TROFEO MAIORCA II EDIZIONE

    SABATO 09 MAGGIO 2020 ore 10:00

Eventi di Luglio

EVENTI DILUGLIO

  • SCUOLA DI ARCHEOASTRONOMIA VII EDZIONE

    LUNEDÌ 13 LUGLIO 2020 ore 10:51

    DAL 13 AL 20 LUGLIO 2020 

    WORK IN PROGRESS 

    INFO VILLAGGIOLETTERARIO@GMAIL.COM

Eventi di Agosto

EVENTI DIAGOSTO

  • CUCINA E CULTURA NEI CAMPI FLEGREI

    SABATO 01 AGOSTO 2020 ore 10:51

    CUCINA E CULTURA NEI CAMPI FLEGREI

    Cucina e Cultura nei Campi Flegrei - dal 1 agosto al 30 settembre

    Tutti i giovedì

    10 Interviste e video interviste agli Chef dei ristoranti stellati e delle location archeologiche dei Campi Flegrei

    a cura di Anna Russolillo con  Maria Teresa Moccia Di Fraia, Anna Paparone, Armida Parisi, Mariagrazia Siciliano, 

    Video Maker Fiorentino Di Ruggiero

Eventi di Settembre

EVENTI DISETTEMBRE

  • ISOLA DI USTICA. LA CUCINA E' CULTURA

    SABATO 05 SETTEMBRE 2020 ore 18:30
    1. L'isola di Ustica. La cucina è cultura 
    • Presentazione del libro con i curatori Anna Russolillo e Vittorio Arnò
    • Saluti Istituzionali
    • Salvatore Compagno, Vicesindaco di Ustica
    • Beatrice Daidone, Assessore alla Cultura del Comune di Ustica 
    • Saluti del Magnifico Rettore dell’Università degli studi di  Palermo Prof. Fabrizio Micari 
    • Introduce Rosa Guttilla giornalista 
    • Modera il dibattito Prof. Franco Foresta Martin Geologo per 35 anni redattore scientifico del Corriere della Sera e direttore LABMUST
    • Intervengono: Dr. Aldo Messina Medico specialista in Audiologia socio fondatore della V.I.S.Prof. 
    • Rosario Schicchi Ordinario di Botanica Università di Palermo, direttore dell’Orto Botanico di Palermo
    • Dr. Claudia Speciale Archeobotanica INGV Napoli
    • saranno presenti Prof. Vincenzo Milone Direttore  U.O.C.  ORL Ospedale di Milazzo
    • Prof.  Francesco Galletti Ordinario ORL Uni. Messina
    • Prof. Riccardo Speciale Ordinario ORL Uni. Palermo 
    • Dr. Augusta Bassi Responsabile C.I.R.M. Alan Carrè (To)
    • Prof. Girolamo Lo Verso Ordinario di Psicoterapia Università di Palermo 
    • Dr. Franco Nazzaro Vice presidente Lions Club Moncalieri Castello (To)
    • Dr. Matteo Bove Officier Lions Club Moncalieri Castello (To)


    ISOLA DI USTICA. LA CUCINA E' CULTURA

    Il profumo della vastedda usticese salendo gli scalini tipici dell’isola è inconfondibile. Farcita con alalunga e pomodoro, anche al palato è più intensa della pizza fatta in casa, amata dai turisti per la sua semplicità, condita con salsa e aglio. 

    “Parapandoli freschi” è il grido che al mattino presto sveglia il porto dell’isola dal suo torpore, i gamberetti tipici di Ustica, dolcissimi, con venature bluastre, vanno sempre a ruba. 

    La lenticchia usticese è un culto, ingrediente top secret di caponate isolane resta grande protagonista di zuppe e insalate estive. 

    La cucina a Ustica è tradizione che si tramanda di generazione in generazione, incarna le origini, gli usi e costumi di un popolo e per la prima volta la gastronomia, intesa come bene culturale, è il motore del libro “Isola di Ustica la Cucina è Cultura”. 

    Nato da un’idea innovativa della giornalista Anna Russolillo, sviluppata con il contributo di Vittorio Arnò, il volume si avvale di contributi tecnico scientifici di un pool multidisciplinare di esperti. Gli approfondimenti coinvolgono il lettore, trasformando il concetto di ricettario in un’enciclopedia del cibo, focalizzando legami tra la terra vulcanica di Ustica e i prodotti esclusivi che quella stessa terra speciale produce. 

    Il tour enogastronomico, attraverso centoventi ricette, è frutto di un confronto diretto con le famiglie dell’isola che custodiscono i segreti di una cucina antica. È il metodo porta a porta alla base di  “Isola di Ustica la Cucina è Cultura”, l’approccio scientifico di Russolillo e Arnò, che rende al lettore la cucina usticese come un bene culturale. “Si è partiti dall’ importanza della cucina, con le sue molteplici e fertili implicazioni” ha spiegato l’autrice “focalizzandosi su quanto la sua consapevolezza contribuisca a costruire, a percepire lidentità di un territorio e di una comunità, per mettere a fuoco il patrimonio materiale e immateriale della piccola isola siciliana”. Il libro non spiega, 

    in maniera schematica, come preparare un piatto a base di parapandoli freschi o elenca le diverse tipologie di zuppe di lenticchie. Vive di segreti svelati sul cibo, racconta la storia dell’isola al pari di un museo etnografico. 

    Originale il contributo di diverse personalità, gli approfondimenti scientifici sono a cura di diverse professionalità:  la demo-etno-antropologa Annamaria Amitrano, l’ecologo marino Francesco Luigi Cinelli, lo scrittore Matteo Collura, la scrittrice Sara Favarò, il critico letterario Salvo Ferlita, l’enologo Gianni Giardina, il geologo Franco Foresta Martin, il medico chirurgo Aldo Messina, lo chef Enzo Oliveri, la pastry chef Paola Padovani, lo chef Rosario Picone, lo storico Gianfranco Purpura, il botanico Rosario Schicchi, l’archeobotanica Claudia Speciale, l’antropologo Andrea Govinda Tusa ed i fotografi Vincenzo Ambrosanio e Vittorio Sciosia. La scelta di presentare “Isola di Ustica la Cucina è Cultura” il 5 settembre sull’isola per poi spostarsi, in dieci tappe, lungo l’intera Sicilia, è per rinsaldare quel legame che la gastronomia usticese ha con la regione d’appartenenza, pur mantenendo netti i suoi tratti distintivi. La proiezione del docuflim sulla lenticchia di Ustica, valorizza le unicità agricole locali. 

    Il libro ha il patrocinio dell’Assessorato Regionale alla cultura e all’identità siciliana e del Comune di Ustica. Le due associazioni coinvolte nella stesura, Villaggio Letterario e Lunaria Onlus A2 che operano da anni in Sicilia e in Campania, hanno iniziato da Ustica il loro itinerario gastronomico-culturale alla ricerca dei sapori e dei saperi del Sud.

    Scarica PDF

Eventi di Novembre

EVENTI DINOVEMBRE

  • MARE FEST. VIETATO NON TOCCARE IN RICORDO DI SEBASTIANO TUSA

    LUNEDÌ 09 NOVEMBRE 2020 ore 11:50

    MARE FEST. VIETATO NON TOCCARE 

    In ricordo di Sebastiano Tusa 


    POZZUOLI 9-13 NOVEMBRE 

     

    VIETATO NON TOCCARE è lo slogan della manifestazione, in Campania per la prima volta sarà possibile “vedere” con il tatto vere opere d’arte e libri tattili plastic free realizzati da bambini vedenti, non vedenti e ipovedenti di istituti scolastici della Campania.

    L’obiettivo è rendere accessibili anche alle persone ipovedenti e non vedenti le opere d’arte presenti nei musei campani. Oggi in alcuni musei vediamo qualche scritta in braille o ascoltiamo la descrizione delle opere con commenti vocali ma la finalità del progetto è rendere fruibili, laddove sia possibile l’opera d’arte facendola toccare con mano.

    Si vuole altresì lanciare il messaggio basta con le copie in plastica nei musei!

    Protagonisti sono i bambini vedenti di istituti primari che avranno una occasione privilegiata, quella di conoscere bambini non vedenti e ipovedenti ed insieme realizzare libri tattili ecologici aventi come tema il Mare Mediterraneo.

    I libri saranno realizzati grazie a professionisti che cureranno i 10 laboratori tra cui quello di braille, di arti sensoriali, di biologia marina, di archeologia subacquea, di vulcanologia sommersa e grazie anche alle visite guidate delle bellezze dei Campi Flegrei con opere d’arte e di archeologia messi a disposizione dei musei che si potranno toccare.

    Contemporaneamente alla realizzazione dei libri tattili ecologici plastic free ci saranno scultori ed artisti emergenti che realizzeranno opere d’arte Vietato Non Toccare. 

    Cinque giorni dedicati alla disabilità visiva e alla riscoperta dei sensi, al mare e alla sua conoscenza a 360° e alla sua valorizzazione.

    Vedere con le mani il mare e i suoi frutti naturali e antropologici.

    I libri tattili ecologici plastic free realizzati dai piccoli, le opere messe a disposizione del Museo Archeologico per essere toccate, il plastico in legno dei vulcani sommersi della Campania con scritte in nero braille e le Opere d’arte vietato non toccare dell’artista che espone da anni nei musei d’Italia, tutti insieme con lo slogan Vietato Non Toccare.

    Una grande occasione resa possibile anche grazie alla loro esposizione in prestigiosi musei campani. Parliamo al plurale perché la mostra sarà itinerante in Campania come lo è stata in Sicilia nella prima edizione 2019 che ha visto come primo esposizione il Museo Regionale D’arte Moderna e Contemporanea di Palermo “Museo Riso”, poi il Chiostro dei Gesuiti a Marsala e poi la bellissima location del Farm Cultural Park di Favara.

    Anche qui in Campania sarà itinerante e si partirà con la Mostra nel prestigiosissimo Museo archeologico dei Campi Flegrei sito all’interno del Castello di Baia, seguirà una Mostra alla Casina Vanvitelliana nel Parco del Fusaro e così via.

    In sintesi possiamo dire che:

    per la prima volta in Campania si potranno toccare le vere opere d’arte.

    per la prima volta in Campania una mostra di libri tattili ecologici dedicati al mare.

    per la prima volta Musei accessibili anche alle persone non vedenti non con forme di plastica ma con la possibilità di toccare opere d’arte museali e di artisti contemporanei che espongono già nei musei d’Italia.

    Per la prima volta in Campania bambini vedenti, non vedenti ed ipovedenti insieme per il mare con 10 laboratori: 1-di arte tattile, 2-braille e riscoperta sensi, 3-alle emozioni non servono occhi, 4-biologia marina, 5-archeologia subacquea dei Campi Flegrei, 6-immersioni subacquee, 7-pesca e tradizioni del mare, 8-vulcani sommersi della Campania, 9- lettura creativa, 10-ricordi del prof. Tusa che ha cambiato la storia della seconda guerra punica e 2 visite guidate con la possibilità di toccare opere museali.

    Le barriere da abbattere nei musei non sono solo quelle architettoniche ma anche quelle percettive e sensoriale.

    È un progetto che mira ad incrementare il “Turismo culturale per disabili visivi”. Toccare per poter veder anche oltre i limiti e le impossibilità.

    La manifestazione è un progetto pluridisciplinare, di integrazione sociale e scolastica, di inclusione sociale inversa, di cultura del mare, di diritto alla lettura e all’accessibilità ai beni museali.

    I protagonisti sono i bambini dell’Istituto Pergolesi a Pozzuoli ed i bambini di altri istituti scolastici utenti dell’Unione Italiana Ciechi (Campania)

    La rassegna ha come finalità la realizzazione di un libro tattile ecologico con anche materiali di riuso, che ogni bambino comporrà e per la cui realizzazione sono previsti attività culturali e laboratori che saranno effettuati da professionisti ed artisti.

    La Festa del Mare è dedicata a tutti i bambini, ma soprattutto a quelli non vedenti o ipovedenti. Una manifestazione nobile dedicata al professore del Suor Orsola Benincasa Sebastiano Tusa, l’archeologo assessore deceduto nel disastro aereo in Etiopia che si è impegnato per tutta la vita in prima linea per i non vedenti.

    L’iniziativa culturale e sociale sarà uno stimolo per far conoscere, far amare e far rispettare lo straordinario patrimonio culturale e marino sommerso visto anche con gli altri sensi diversi dalla vista. Una grande occasione di inclusione sociale ma anche e soprattutto di sociale inversa, di aggregazione. Uno stimolo culturale per tutta la comunità ed allo stesso tempo uno stimolo sociale per le disabilità.

    Il nostro slogan è Vietato Non Toccare. L’evento mira alla sensibilizzazione dei musei pubblici all’accesso con opere “Vietato non toccare”, ovviamente laddove è possibile, come strumento di sviluppo culturale, sociale ed economico. Una grande promozione a livello nazionale che guarderà al nostro territorio non solo come straordinario bacino di cultura ma anche come straordinaria apertura alle disabilità visive.

    I bambini saranno tutti premiati con coppe con scritte in nero-braille e ad ogni museo ospitante sarà omaggiata una targa in nero braille dell’evento e un video commentato ad hoc per gli ipovedenti e non vedenti.

    MARE FEST. VIETATO NON TOCCARE 

    Rassegna della Kermesse italiana Villaggio Letterario VI edizione 2020

    In ricordo del prof. Sebastiano Tusa 

     

    Campi Flegrei dal 9/11 al 13/11

    Programma Sintetico

    • LUNEDI’ 9 NOVEMBRE ore 8.30-13.30

    ISTITUTO PERGOLESI DI POZZUOLI

    Laboratori ed attività culturali

    • MARTEDI’ 10 NOVEMBRE ore 8.30-13.30

    ISTITUTO PERGOLESI DI POZZUOLI

    Laboratori ed attività culturali

    • MERCOLEDI’ 11 NOVEMBRE ore 8.30-13.30

    MUSEO ARCHEOLOGICO DEI CAMPI FLEGREI 

    Variazione per Covid SCUOLA PERGOLESI

    Visita ed attività culturali

    • GIOVEDI’ 12 NOVEMBRE ore 8.30-13.30
    • ISTITUTO PERGOLESI DI POZZUOLI 

    Variazione per Covid SCUOLA PERGOLESI

    Laboratori ed attività culturali

    • VENERDI’ 13 NOVEMBRE ore 8.30-13.30

    ISTITUTO PERGOLESI DI POZZUOLI

    Premiazione dei bambini ed Inaugurazione Mostra

    Esposizione dei libri tattili ecologici “Le radici profonde nel mare” realizzati dai bambini dell’Istituto Pergolesi e dell’istituto Ciechi di Napoli e Mostra delle opere di artisti emergenti “Vietato Non Toccare” con opere dell’artista affermato Giacomo Rizzo, scultore che espone tra l’altro in mostra permanente al Museo Regionale d’arte moderna e contemporanea Museo Riso di Palermo e a Villa Lysis di Capri (NA).

    Le sedi dei laboratori, delle attività culturali e della mostra 

    • Istituto Cs. Pergolesi
    • Museo Archeologico dei Campi Flegrei (Castello di Baia)
    • Laboratorio di braille a cura del dott. tiflologo Nando Sutera e della dott.ssa tiflologa Carmela Nevano
    • Laboratorio artistico per la realizzazione del Libro Tattile Ecologico plastic free a cura dell’arch. Anna Russolillodell’architetto Alessandra De Caro, della dott.ssa Anna Paparone, dell’artigiano Pasquale Palermo, della dott.ssa Mariagrazia Siciliano, con la collaborazione delle insegnanti dell’Istituto Pergolesi e dell’UCI Campania e Napoli e con la collaborazione di tutto team della rassegna. 
    • Laboratorio sulla flora e fauna marina a cura del biologo marino Franco Andaloro direttore centro interdipartimentale presso Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli e

    dell’istruttore diving Roberto Fedele.

    • Laboratorio sull’ attività subacquea e sullo snorkeling a cura degli istruttori subacquei Enzo Maione e Cristina Canoro del Centro Sub Campi Flegrei.
    • Laboratorio "Alle emozioni non servono occhi" a cura dei documentaristi Pippo Cappellano e Marina Cappabianca.
    • Laboratorio sull’archeologia subacquea dei Campi Flegrei a cura del prof. Michele Stefanile con la dott.ssa Giorgia Tinnirello
    • Laboratorio di antropologia sul mare Mediterraneo con l’antropologa Lidia Tusa e la dott.ssa Mariagrazia Siciliano.
    • Laboratorio sui vulcani sommersi della Campania e della Sicilia a cura del prof. Franco Foresta Martin
    • Laboratorio “Racconti della vita di Sebastiano Tusa” a cura dell’antropologa Lidia Tusa con l’architetto Alessandra De Caro.
    • Durante i laboratori si assisterà alla proiezione video per vedenti e non vedenti
    • Visione del cortometraggio del regista Alberto Castiglione
    • “Come piccole isole” da un’idea di Nando Sutera e Linda Legnami
    • Visione del documentario “Alle emozioni non servono gli occhi” degli autori Marina Cappabianca e Pippo Cappellano
    • Visione della presentazione “Mare Fest Vietato Non Toccare in ricordo di Sebastiano Tusa” realizzato in Sicilia con intervista
    • Allestimento Mostra al Castello di Baia dal titolo “Le radici profonde nel Mare” a cura dell’architetto Anna Russolillo, della dott.ssa Anna Paparone, dott.ssa Mariagrazia Siciliano, prof. Maria Teresa Moccia di Fraia e l’architetto Alessandra De Caro.
    •  
    • Visita guidata al Museo Archeologico del Castello di Baia con la guida straordinaria del direttore Pierfrancesco Talamo
    • In brochure
    • “MARE FEST. VIETATO NON TOCCARE. In ricordo di Sebastiano Tusa”
    • Madrina della Manifestazione la dott.ssa Lidia Tusa

    Ideazione e progettazione 

    a cura dell’arch. Anna Russolillo

    Coordinamento logistico, tecnico e scientifico 

    Anna Russolillo

    Nando Sutera

    Alessandra De Caro

    Anna Paparone

    Mariagrazia Siciliano


    Con la collaborazione e partecipazione

    Cristina Canoro

    Marina Cappabianca

    Pippo Cappellano

    Roberto Fedele

    Linda Legnami

    Enzo Maione

    Maria Teresa Moccia di Fraia

    Pasquale Palermo

    Giorgia Tinnirello

    Lidia Tusa

    I protagonisti sono i bambini dell’Istituto Cs. Pergolesi  classe …., classe…., e i bambini di altri istituti Campani utenti dell’UIC Campania e dell’UIC Napoli.

    Collaborazione e partecipazione dell’Istituto Cs. Pergolesi di Arco Felice e di Lucrino

    Dirigente scolastica Francesca Coletta

    Prof. Imma Micillo

    Prof. Maria Rosaria Russo

    Collaborazione e partecipazione del Castello di Baia

    Direttore del Castello di Baia Pierfrancesco Talamo

    Collaborazione Biblioteca italiana per i Ciechi "Regina Margherita" Onlus

    Presidente  Pietro Piscitelli 

    Dott.ssa Carmela Nevano (Centro di Consulenza Tiflididattica di Napoli) 

    Dott. Nando Sutera  (Centro di Consulenza Tiflididattica di Catania) 

    Collaborazione e partecipazione del Parco Archeologico dei Campi Flegrei

    Direttore del Parco Archeologico dei Campi Flegrei Fabio Pagano

    Dott. Filippo Russo

    Collaborazione dell’UIC Campania e dell’UIC Napoli

    Prof. Mario Mirabile


    Durata: 5 giorni dal 9 al 13 novembre 2020

    Laboratori Sede di svolgimento: 

    Istituto Comprensivo Pergolesi di Pozzuoli - Plesso di Arco Felice e plesso di Lucrino

    Museo Archeologico dei Campi Flegrei press il Castello di Baia

    Ufficio Stampa

    giornalista Mariaclaudia Catalano 

    Testi in nero e testi in braille  

    arch. Anna Russolillo

    tiflologo Nando Sutera

    tiflologa Carmela Nerano 

Eventi di Dicembre

EVENTI DIDICEMBRE

  • ROCCOCO' E ROCOCO'

    MARTEDÌ 01 DICEMBRE 2020 ore 11:02

    "Roccocò Fest. Roccocò e Rococò" è una rassegna dedicata al dolce della tradizione natalizia napoletana e alla cultura Rococò napoletana a cura di Anna Russolillo. 

    Protagonisti gli alunni degli istituti ed il pubblico chiamato a votare per il Concorso - Premio "Giovani Pasticcieri Napoletani"

    Età degli studenti: 16-19 ANNI

    PRESENTAZIONE

    Istituto Scolastico I.P.S.E.O.A. Petronio, Pozzuoli

    Istituto Scolastico I.P.S.E.O.A. Cavalcanti, Napoli

    I.S.I. Elena di Savoia, Napoli

    Istituto I.P.S.E.O.A Multicenter, Pozzuoli

    Istituto paritario San Giorgio, Quarto

    IL ROCCOCO’ 

    Il Roccocò non manca sulle tavole natalizie dei napoletani. A forma di ciambella, i roccocò, sono biscotti preparati con mandorle, farina, zucchero, canditi e pisto napoletano (un miscuglio di spezie varie) e poi cotti nel forno. Essendo particolarmente duri possono essere ammorbiditi bagnandoli nel vermouth, nello spumante, nel vino bianco o nel marsala. Accanto ai seminari, convegni e tavole rotonde sulla pasticceria napoletana con particolare attenzione ai dolci natalizi verranno effettuate degustazioni eno-pasticceria. Il giorno dell’Immacolata rappresenta un’occasione per scoprire le tradizioni e i festeggiamenti, dove la fede e l’arte si fondono nello scenario natalizio partenopeo, ed è proprio in questo scenario che s’insinua questa tradizione culinaria, la quale vede protagonista di questa festività proprio il roccocò!
    La prima ricetta dei roccocò, risale al 1320. Furono le monache del Real Convento della Maddalena a preparali in primis. Il termine roccocò deriva dal francese “roccaille” ed è stato attribuito in relazione alla forma barocca che ricorda una conchiglia arrotondata e per tradizione, l’8 dicembre vengono consumati di norma alla fine del pranzo dell’Immacolata.

    ARTE ROCOCO’ IN CAMPANIA
    Lo stile tardo Barocco di Francesco Borromini si è evoluto nel Rococò a Napoli ed in Sicilia, mentre nella maggior parte del nostro paese l’arte rimase ancora fortemente legata al barocco.
    Rococò è uno stile d’arte e di architettura in cui la sola applicazione in stile rocaille, dal francese, ”roccia”, cioè, "operazione ispirata alla conformazione orografica dei luoghi in cui un oggetto tridimensionale viene fatto rinascere oppure un'opera dell'arte e dell'ingegno umano viene riscritta.
    Questa operazione solitamente si applica agli ambienti esterni, come sola decorazione, specie per aree coltivate a giardino, successivamente fu estesa all’arredamento d’interni, chiese comprese, e persino in pittura oltre che in letteratura, sopravvivendo più come aspetto decorativo e non architettonico in senso stretto del termine "architettura".
    Napoli nel corso di cento anni, tra il 1699 ed il 1800, è un campo di sperimentazione artistica vastissimo, compreso tra la valle e le colline, che comprende culture eterogenee estratte dai filoni legati all’arte suprema di Francesco Solimena, alle esemplificazioni di Domenico Antonio Vaccaro ed allo spessore culturale di Ferdinando Sanfelice.

    Cultura eno-pasticciera, arte, letteratura ed architettura

    La manifestazione vede coinvolti gli alunni normodotati e disabili degli Istituti alberghieri napoletani che con l'ausilio di docenti pasticcieri, di noti pasticcieri napoletani, di chef, di sommelier, di enologi, di storici dell'arte ed architetti parteciperanno al concorso-premio Giovani Pasticcieri Napoletani

    ISTITUTI CHE HANNO PARTECIPATO NELLA EDIZIONE 2019

    Istituto Scolastico I.P.S.E.O.A. Petronio, Pozzuoli

    Istituto Scolastico I.P.S.E.O.A. Cavalcanti, Napoli

    I.S.I. Elena di Savoia, Napoli

    Istituto I.P.S.E.O.A Multicenter, Pozzuoli

    Istituto paritario San Giorgio, Quarto

    Gli obiettivi del progetto:

    • laboratori condivisi di pasticceria napoletana
    • cultura della pasticceria napoletana tra tradizione e modernità
    • avvicinamento all'eno-pasticceria
    • letteratura eno-pasticceria
    • conoscere l'arte dolciaria del Roccocò (dolce natalizio per eccellenza) 
    • conoscere l'arte ed architettura Rococò (movimento artistico)


    Il progetto ha la collaborazione di cinque istituti alberghieri

    Istituto I.P.S.E.O.A. Petronio di Pozzuoli

    Istituto I.P.S.E.O.A. Cavalcanti di Napoli

    Istituto Statale di Istruzione Secondaria Elena di Savoia di Napoli

    Istituto I.P.S.E.O.A. Multicenter di Pozzuoli

    Istituto Paritario San Giorgio di Quarto

    e prevede la partecipazione di professionisti della pasticciera e dell’enologia con

    seminari, tavole rotonde e convegni con storici dell’arte ed architetti per una cultura a 360° e senza

    barriere, una cultura accessibile a tutti.

    La rassegna ha la collaborazione del CNA Nazionale, dell’associazione pasticcieri napoletani,

    dell’associazione Liberass, dell’Associazione Italiana Sommelier Delegazione Napoli

    “Roccocò Fest. Roccocò e Rococò” è una rassegna della kermesse Villaggio Letterario VI edizione

    2020. La kermesse in Campania ha il patrocinio del Consiglio regionale della Campania, dell’Assessorato Regionale allo Sviluppo e

    Promozione del Turismo della Campania, del Comune di Pozzuoli e dell’Assessorato alla Pubblica Istruzione del Comune di Pozzuoli.