Protagonisti

I Protagonisti

Componenti

Di seguito l'elenco dei Protagonisti del Villaggio Letterario

Bruno Acconcia

Sociologo

Sociologo, docente e componente di diverse commissioni interne d'esame Formez.  Attività di orientamento di formazione e lavoro.

Progettazione di interventi P.O.R., P.O.N., C.I.P.E EQUAL nei diversi settori sociale, familiare e madre nubili. 

Roberto Alajmo

giornalista e scrittore

Giornalista professionista è dal 1988 è al TgS della RAI dove è assunto nel 1993, oltre a collaborare con diverse testate nazionali. È stato docente a contratto alla Università di Palermo di Storia del Giornalismo, Le sue opere sono tradotte in tutte le lingue europee. Suoi racconti sono stati pubblicati nelle antologie La porta del sole (Novecento, 1986), Luna Nuova (Argo, 1997), Raccontare Trieste (Cartaegrafica, 1998), Sicilia Fantastica (Argo, 2000), Strada Colonna (Mondello, 2000), Il Volo del Falco (Aragno, 2003), Racconti d'amore. Il suo romanzo È stato il figlio è stato trasposto, nel 2012 in un film.  Già consigliere d'amministrazione del teatro Stabile di Palermo e poi direttore del Teatro Biondo fino al 2019. E' autore di oltre 20 tra saggi e romanzi e di 6 testi per il teatro.


Silvana Allievi

Ballerina di tango

Diplomata al Conservatorio di Danza Classica di Buenos Aires, si perfeziona nel Tango studiando con i Maestri Rodolfo e Gloria Dinzel. In Argentina ha lavorato nelle principali Case di Tango di Buenos Aires: La Ventana, El Viejo Almacen, El Querandì, Esquina Homero Manzi, Esquina Carlos Gardel, Hotel Faena “Rojo Tango, Cafè de Los Angelitos. Dal 1996 va in tournèe in tutto il mondo con le Compagnie più prestigiose come “Tango x 2” di Miguel Angel Zotto e “Tango Pasion” insieme all’Orchestra del Sexteto Mayor toccando molti paesi come: Brasile, Cile, Cina, Giappone, Stati Uniti, Canada, Porto Rico, Egitto, Israele, Marocco e gran parte dell’Europa. Ha condiviso il palcoscenico con grandi Orchestre: “Roberto Ramos”, “Juan De Dios Filiberto”, “Los Solistas De D’Arienzo”, “Orchestra Osvaldo Requena”, “Sexteto Mayor”, “Lisandro Adrover”. Con “Tango Pasion” ha fatto varie stagioni nei teatri Champ Elisee e Folie Bergere a Parigi.

Franco Andaloro

Dirigente di ricerca Anton Dohrn. Coideatore dal 2

Co-ideatore anno 2018, 2019

Dirigente di ricerca dell'Anton Dohrn e responsabile della Sede Siciliana dello stesso è a capo del Dipartimento Uso Sostenibile delle risorse. È membro dei consigli scientifici di Marevivo, Slowfish, Mareamico e WWF di cui è anche il Delegato per la Sicilia. La sua ricerca è incentrata sullo studio e sulla mitigazione degli effetti delle alterazioni antropiche e naturali sulle risorse della pesca e la biodiversità marina e in relazione ad essa ha coordinato molteplici progetti di ricerca e pubblicato su riviste ISI. Autore di libri rivolti ai bambini sull’educazione ambientale, ha pubblicato, nel 2015, il volume Acciughe e Sardine di Sicilia, dove auspica “La riscoperta della cultura del pesce povero”, necessaria sia da un punto di vista economico che culturale per recuperare molte specie ittiche oggi dimenticate, ma che un tempo appartenevano al patrimonio della cucina mediterranea.

Paride Benassai

Attore

Attore siciliano, ha scritto ed interpretato dal 1976 sino ad oggi diversi lavori teatrali. È stato dal 1983 al 1988 direttore artistico del Piccolo teatro Città di Palermo ed ha lavorato per circa 10 anni in qualità di attore con il Teatro Biondo Stabile di Palermo. Ha lavorato con i registi: Roberto Guicciardini, Carlo Quartucci, Mario Missiroli, Gianfranco Albano, Mauro Avogadro, Paolo Virzì, Michele Soavi, Giuseppe Tornatore, Emanuele Crialese, Roberto Andò, Ficarra e Picone. Ha lavorato in Rai con diversi cicli di trasmissioni radiofoniche, e alcuni dei suoi lavori sono stati ripresi e trasmessi da Rai 3.

Per tre anni (1988-1990) ha svolto attività di laboratorio con i detenuti del Carcere dell'Ucciardone di Palermo; la messa in scena è stata ripresa e trasmessa da Rai 3. Parte dell'attività svolta è stata anche oggetto di studi in due tesi di laurea presso l'Università degli Studi di Palermo nella facoltà di Lettere e Filosofia. Il 10 settembre 2017 vince il premio Musa d'argento 2017, come migliore attore per l'interpretazione di Pino Puglisi nel film L'ultimo sorriso di Rosalinda Ferrante e Sergio Quartana. Nell'anno successivo partecipa al film La fuitina sbagliata dei Soldi Spicci. Nel film è il padre dello sposo. Al Cinema lo troviamo in I Grimaldi, regia di Giorgio Castellani (1997), La passione di Giosuè l'ebreo, regia di Pasquale Scimeca (2005), Il 7 e l'8, regia di Ficarra e Picone (2006), Baarìa, regia di Giuseppe Tornatore (2009), Ore diciotto in punto, regia di Giuseppe Gigliorosso (2014), L'ora legale, regia di Ficarra e Picone (2017), L'ultimo sorriso, regia di Rosalinda Ferrante e Sergio Quartana (2017), La fuitina sbagliata, regia di Mimmo Esposito (2018). In Televisione in Brancaccio - miniserie TV (2001), Ultimo - L'infiltrato - miniserie TV (2004), Il commissario Montalbano - serie TV, episodio 2x06 (2006), Il figlio della luna - film TV (2007), Il giovane Montalbano - serie TV, episodio 1x01 (2012), La mafia uccide solo d'estate - serie TV, episodi 1x10-1x12 (2016)., Felicia Impastato - film TV (2016).

Sara Bilotti

scrittrice

Napoletana verace, studi linguistici e filologici alle spalle, insegnante di danza classica, fisico statuario e classica bellezza mediterranea. La prima cosa che ti viene in mente guardando Sara Bilotti è che sia una modella o un'attrice. Invece è una scrittrice. Ma è anche - e soprattutto! - una donna simpatica, ironica, con tanta voglia di raccontare e una gentilezza fuori dal comune. L'ho raggiunta via mail per scambiare qualche opinione sulla trilogia noir-erotica che ha visto il suo esordio per Einaudi. E su qualche altra cosa, strada facendo.

Dopo anni di attività come traduttrice e ghostwriter, ha esordito nel 2012 con la raccolta di racconti Nella Carne, per poi pubblicare per Einaudi Stile Libero nel 2015 la trilogia composta dai romanzi 

Il perdono, Einaudi, 2015, La colpa, Einaudi, 2015. L'oltraggio, Einaudi, 2015. Nel 2018 la Mondadori ha pubblicato il suo ultimo libro I giorni dell'ombra.

Martina Brambilla

Ballerina di tango

Martina Brambilla classe 1986, sin da bambina studia Danza Classica e Moderna presso la scuola di Elisa Bertolla di Parma. Incontra il Tango Argentino nel 2005 e l’anno seguente inizia la sua formazione professionale con insegnanti e ballerini di fama internazionale. Fonda assieme ad altri soci l’Associazione Culturale Mas Que Tango di Parma, diventata negli anni scuola di riferimento nel panorama italiano. Dal 2012 Martina forma coppia professionale con Simone Dall’Asta. Negli anni si recano a Buenos Aires dove frequentano seminari di approfondimento e classi private per la formazione didattica. Ballano in vari spettacoli teatrali e si esibiscono in vari contesti italiani e partecipano a vacanze Tango tra cui Ustica in Tango.

Roberta Buoni

Ballerina di tango

Coreografa e ballerina compie i suoi studi di danza classica e contemporanea presso il Centro di Danza Mimma Testa dal 1980 al 2003 ha fatto parte della Compagnia del Balletto Mimma Testa. Ammessa all’Accademia Nazionale di Danza di Roma si diploma nel 1990 discutendo una tesi sul tango argentino “Un sentimento triste con quattro piedi che ballano”. Perfeziona li studio del tango con i maestri: Silvia Vladimisky, Federico e Cathrine Rodriguez Esteban Moreno e Claudia Codega, Gustavo Naveira e Giselle Anne, Pablo Veron, Cacho Dante, Tetè Rusconi, Susana Miller, Osvaldo Roland, Monica Maria, Carlos Gavito, Osvaldo e Coca, Ricardo Viqueira. Dal 2011 insegna con Massimiliano Massimetti.

Massimiliano Buzzanca

Attore e sceneggiatore

Ha esercitato la professione di avvocato fino al 2001, successivamente è entrato a far parte del mondo dello spettacolo come attore di teatro e di cinema, prendendo parte a numerosi film anche per la televisione e come sceneggiatore. Tra tutti menzioniamo Chamber Film – Interno Giorno regia di Tommaso Rossellini (2010) con Fanny Ardant e Kyla Chaplin, Ninna Nanna di Dario Germani ed Enzo Russo; per Raiuno Rino Gaetano – Ma il cielo è sempre più blu (2006) regia di Marco Turco; in teatro I Menaechmi (2008) di Plauto, regia di Livio Galassi, e i musical Una volta nella vita (2005) di Bruno Lauzi e Gianfranco Reverberi per la regia di Luigi Galdiero e Sotto er cielo de Roma (2009-2010) di Sergio Iovine e Silvestro Longo. Recentemente ha pubblicato il suo primo romanzo “Che Cinema la Vita. È iniziato tutto così”.

Davide Cabassi

Pianista

Top-prize winner del Van Cliburn International Piano Competition 2005, Davide Cabassi ha suonato per le più importanti società italiane ed estere, collaborando con orchestre come i Munchner Philharmoniker, la Filarmonica della Scala, la Fort Worth Symphony etc. Ha da poco pubblicato il suo terzo CD per Decca, seconda uscita di un progetto a lungo termine dedicato alle Sonate di Beethoven.

Davide Cammarone

Scrittore

Giornalista e scrittore.

Nel 1996 diviene giornalista professionista è assunto dalla Rai come redattore del TGR Palermo. Ha collaborato, con numerose testate. L'esordio narrativo risale al 2006 con la Sellerio  dà alle stampe il suo primo romanzo: "Lorenza e il Commissario". Un anno dopo la Rizzoli pubblica il suo secondo romanzo "I Diavoli di Melùsa". E dal 2006 ha pubblicato oltre 16  saggi con la casa editrice Sellerio. Nel 1999 ha ottenuto il primo premio giornalistico nazionale dell'Ucsi. Nel 2008, il romanzo "I Diavoli di Melùsa" ottiene il primo premio letterario "Città di Leonforte". A Ragusa,nel 2011, "I Maestri di Gibellina" ha ricevuto il premio nazionale "P. Tumino" A Petralia Sottana, nel 2013, ha ricevuto il premio "Rosa Balistreri". A Menfi, il 14 dicembre 2014, "Lampaduza" ha ricevuto il premio letterario internazionale Sicilia dall'Associazione di studi Empedocle. Ad Alessandria nel 2015, sempre "Lampaduza" ha ricevuto anche il premio letterario "Kaos".

Marina Cappabianca

Regista, giornalista. Coideatore dal 2018

Co-ideatore anno 2018, 2019

Autrice, regista e giornalista di documentari nonché produttrice, con una forte passione per il mondo sottomarino, negli anni ha sviluppato una grande esperienza nel campo delle produzioni internazionali, prima negli Stati Uniti e in Canada con Brando Quilici, poi con la società Paneikon, accreditata sui mercati mondiali per le produzioni documentaristiche. Nel 1976 ha fondato con il marito  Pippo Cappellano la CAPMAR STUDIOS Srl, leader del settore, specializzata in documentari subacquei, archeologici, naturalistici e storici, distribuiti sul mercato internazionale. Vanta numerose collaborazioni internazionali con Discovery, National Geographic, BBC, WGBH Nova, France 2, France 3, France 5, WDR e ZDF in Germania. Ha realizzato vari documentari per RAI e Mediaset. Ha partecipato come membro di giurie di importanti festival internazionali del settore quali Mountain Film Festival di Telluride in Colorado, Science Media Award di Boston, Wildlife Film Festival di Jackson Hole, DocScient di Roma.

Pippo Cappellano

Giornalista, regista, documentarista, ideatore 201

Co-ideatore anno 2018, 2019

Personalità eclettica, è giornalista, documentarista, istruttore di cinematografia subacquea, regista e autore di documentari, velista con esperienza atlantica, pilota di elicotteri e di aerei da turismo. Sin da giovanissimo coltiva la sua passione per la subacquea e in breve tempo diviene un apprezzato documentarista del mondo sommerso. Da sempre impegnato per l’ambiente e la ricerca nel 1983 ha ricevuto il prestigioso premio Tridente d’Oro, un vero oscar della subacquea, per la sua importantissima attività divulgativa e la Cittadinanza Onoraria di Ustica. Nel 2006, realizza “L’enigma del Polluce”, il primo documentario archeologico italiano con riprese a oltre 100 m. di profondità, dedicato al celebre relitto, per il programma di Alberto Angela “Ulisse” su RAI TRE. Per questo documentario ha vinto il premio Pinna d’Oro di Antibes come Migliore Film Storico. Una vita professionale intensa la sua, pluripremiato, insignito dei riconoscimenti più prestigiosi a livello internazionale per la sua attività di documentarista e regista subacqueo, continua tutt’oggi a realizzare ricerche e filmati in difesa del mare.

Christian Carapezza

Illusionista estremo

Palermitano, illusionista estremo famoso in Italia e all’estero. “Danger Show” è lo spettacolo di illusionismo estremo, magia, show coi serpenti e altri rettili, fachirismo, escatologia di cui è protagonista e autore, che lo ha incoronato l’illusionista estremo n° 1 in Italia. Ha partecipato a molte trasmissioni televisive di successo tra cui “Cultura Moderna” (vincitore nel 2007), “Tu Si Que Vales”, “Italia’s Got Talent” e “Pomeriggio Cinque (Canale 5), Uno Mattina (Rai 1), “Piazza Grande” e “I Fatti Vostri” (Rai 2),“Studio Aperto” e “Lucignolo” (Italia 1),“Celebrity” (Sky)Impegnato nel sociale, ha preso parte a molte iniziative di solidarietà tra le quali Telethon, Aido, Rifugio del Cane, Unicef.


Andrea Carraro

Saggista e scrittore

Presenta il suo romanzo “Io voglio vivere”. Autore di numerosissimi romanzi e saggi sociali tra i quali “Il branco” da cui il regista Marco Risi ha tratto il famoso film. Per la RAI ha realizzato il radiodramma “La confessione”. Nel corso del 2013 esce una sua raccolta di racconti in versi “Questioni private”. Collabora con riviste (Nuovi argomenti, Lo Straniero, Reset) e testate giornalistiche fra cui Il Messaggero.

Alberto Chines

Pianista

Giovane pianista palermitano, artista vivace e poliedrico, si è formato con Roberto Agrestini e Irene Inzerillo a Palermo dove ha vissuto le prime esperienze concertistiche e vincendo numerosi premi assoluti e riconoscimenti speciali nei concorsi nazionali ed europei. Dopo aver conseguito una brillante carriera formativa con il massimo dei voti, studiando con musicisti e direttori d’orchestra di rilievo internazionale, ultimamente ha ottenuto con il massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore,  una seconda specialistica al Conservatorio “C. Monteverdi” di Bolzano, sotto la guida del noto pianista milanese Davide Cabassi. Si è esibito in molte prestigiose sedi italiane, vincendo negli anni numerosi premi. 


Marinella Cocuzza

insegnante

Docente di scuola primaria, da 20 anni in servizio presso l’I.C ”Leonardo Sciascia” di Palermo, in un quartiere pluriproblematico  e complesso. Laureata in Scienze Umane e Sociali ,assistente sociale , da anni ha indossato la duplice veste ,collaborando in passato con alcune associazioni del quartiere ,come cerniera di collegamento tra la scuola e le istituzioni .Impegnata da sempre nel volontariato, per lunghi periodi coinvolta attivamente nel privato sociale, attivando sportelli d’ascolto e gruppi a supporto della genitorialità. Ha ricoperto ruoli organizzativi e di animazione. Da sempre interessata in ogni sua forma all’ideazione e alla realizzazione di progetti scolastici mirati all’inclusione, soprattutto ,in aiuto dei bambini che a scuola non ce la fanno e non solo. «Ogni alunno ha diritto di esprimere le sue potenzialità al massimo. Crede, che la didattica non deve dare a tutti la stessa cosa ma a ciascuno la migliore, in base alle sue possibilità. Gli studi pregressi  e la continua formazione,nel mondo scuola, le hanno cambiato completamente il modo e l’approccio. Ha maturato la convinzione , che il grande decisore non è la ragione ma la parte emotiva. Convinta che non puoi insegnare ciò di cui non fai esperienze .Ha  incentrato la sua “mission”  sulle emozioni positive.

Matteo Collura

scrittore

Siciliano di nascita, si trasferisce a Milano nel 1978, giornalista al Corriere della Sera. Attualmente collabora alle pagine culturali del "Corriere della Sera" e de "Il Messaggero".Biografo di Leonardo Sciascia di cui è stato intimo amico, ottiene diversi premi letterari e giornalistici con il libro incentrato sulla sua vita. È autore anche del romanzo della vita di Luigi Pirandello, Il gioco delle parti. Associazione indigenti, Collana Nuovi Coralli n. 243, Einaudi, Torino, 1979, ; (Premio Sciascia 1982), Associazione indigenti ovvero i miserabili di Palermo, Tea, Milano, 2001.Sicilia sconosciuta. Cento itinerari insoliti e curiosi, Rizzoli, Milano, 1984. Edizioni aggiornate: Sicilia, Magnus Edizioni-Banco di Sicilia, Udine, 1987 Baltico, Collana Biblioteca, Reverdito Editore, Trento, 1988, Il maestro di Regalpetra. Vita di Leonardo Sciascia, Collana n. 319, Longanesi, Milano, 1996,  ; Collana TEADUE, TEA, Milano, 2000-2008, ; nuova ed., Milano, La nave di Teseo, 2019, Leonardo Sciascia. La memoria, il futuro, Collana Illustrati, Bompiani, Milano, 1999, M. Collura - Giuseppe Leone - Melo Minnella, Palermo, a cura di M. Giuffrè, Bruno Leopardi Editore, Palermo, 1999, Eventi. Il Novecento italiano raccontato con l'immediatezza della cronaca e il fascino del romanzo, Collana Il Cammeo n. 353, Longanesi, 1999, pp. 414; Collana TEADUE, TEA, Milano, 2001. ora col titolo Novecento. Cronache di un secolo italiano dal terremoto di Messina a Mani pulite, TEA, Milano, 2008. Alfabeto eretico. Da Abbondio a Zolfo: 58 voci dell'opera di Sciascia per capire la Sicilia e il mondo d'oggi, Collana Il Cammeo n. 381, Longanesi, Milano, 2002. ora col titolo Alfabeto Sciascia, Collana Il Cammeo, Longanesi, Milano, 2009, In Sicilia, Collana Il Cammeo n. 410, Longanesi, Milano, 2004, ; TEA, Milano, 2006. Qualcuno ha ucciso il generale. Romanzo, Collana La Gaja scienza n. 790, Longanesi, Milano, 2006. L'isola senza ponte. Uomini e storie della Sicilia, Collana Il Cammeo n. 485, Longanesi, Milano, 2007, pp. 217; Collana Saggistica, TEA, Milano, 2009.  Panta. Sciascia, Bompiani, Milano, 2009, Il gioco delle parti. Vita straordinaria di Luigi Pirandello, Collana Il Cammeo n. 525 Longanesi, Milano, 2010, ; TEA, Milano, 2012. Libro siciliano, Flaccovio, 2012, Sicilia. La fabbrica del mito, Longanesi, Milano, 2013, Perdersi in manicomio. Fotografie di Lillo Rizzo e Tazio Siracusa, Pungitopo, 2013, versione teatrale del romanzo Todo Modo di Leonardo Sciascia. La badante, Longanesi, Milano, 2015.

Licia Corsale


Divulgatore scientifico

Laureata in scienze dell'educazione alla Università degli studi di Palermo. Divulgatore scientifico presso Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Comunico e divulgo in forma integrata a supporto del l’innovazione tecnologica e dei rapporti con l’impresa. Creando strategie promuovendo -valorizzando la ricerca integrando a questa servizi. Dalla fase di scouting di nuovi bandi per la presentazione di domande di finanziamento alla fase di sostegno alla progettazione. Supportare le diverse attività di gestione dei progetti attivi.

Maria Concetta Cusimano

tiflologa

La dottoressa Maria Concetta Cusimano, da 10 anni, è la tiflologa responsabile del centro di consulenza Tiflodidattica della Federazione Nazionale delle istituzioni pro Ciechi Onlus che ha  competenza territoriale su Palermo e provincia. In precedenza, sempre nell’ambito delle disabilità sensoriali, ha lavorato per l’istituto dei ciechi di Milano e successivamente  per il consiglio regionale siciliano dell’Ente Nazionale Sordi. Le sue esperienze lavorative sono sempre state attinenti alle scienze ed alla ricerca sociale. Ha lavorato su alcune ricerche per il dipartimento di sociologia della facoltà di scienze politiche dell’Università degli studi di Palermo;  ha partecipato, come sociologa, alla trasformazione in case famiglia  di alcuni istituti religiosi  per l'infanzia; ha lavorato come  fundraiser per importanti ONG internazionali come Unicef e WWF; ad oggi, si dedica anche alla formazione insegnando nozioni di braille e di Tiflodidattica, quando ne ha la possibilità.

Simone Dall'Asta

Ballerino di tango

Simone Dall’Asta classe 1985, dopo un passato da atleta e calciatore semi professionista, nel 2007 incontra  il Tango Argentino. Nel 2009 entra a far parte dell’Ass.Cult. Mas Que Tango di Parma. Tra i suoi maestri c’è Osvaldo Roldan che sarà anche per lui maestro di riferimento. Dal 2012 Simone forma coppia professionale con Martina Brambilla e negli anni e tutt’ora proseguono sempre il loro aggiornamento con maestri di fama internazionale. Ballano in vari spettacoli teatrali e tengono numerosi stage di Tango Vals e Milonga oltre che di Tecnica Femminile e di coppia. Si esibiscono in vari contesti italiani e partecipano a vacanze Tango tra cui Ustica in Tango.

Gandolfo Gabriele David

Artista visivo e progettista culturale

Gandolfo Gabriele David è nato a Polizzi Generosa (PA) nel 1968. La sua ricerca esplora temi che hanno un focus specifico su natura e comunità, con progetti e installazioni che evolvono la prassi della land art e della urban art attraverso una formula partecipata. Le installazioni e i progetti artistici realizzati sono frutto di una stretta relazione con i partecipanti e vogliono avvicinare la gente comune ai linguaggi della contemporaneità. Co-fondatore di Dimora OZ, laboratorio di arti visive, performative e multimediali, persegue l’idea di progetti corali, le cui strategie culturali richiedono il superamento della figura del semplice artista nella relazione con la comunità.

Alessandra De Caro

Architetto

Alessandra De Caro architetto, dopo anni di professione libera e insegnamento nelle scuole dal 1991 è dirigente tecnico nei ruoli dell’Assessorato Regionale dei Beni culturali e dell’Identità siciliana. Oggi responsabile dell’U.O. 2 “Divulgazione e Valorizzazione del Patrimonio culturale sommerso. Arsenale della Marina Regia alla Soprintendenza del Mare. Numerosi i progetti ideati e scritti finalizzati alla conoscenza, alla promozione e alla valorizzazione del patrimonio culturale sommerso e realizzati anche in collaborazione con altre Istituzioni, Associazioni e realtà no profit. Con particolare attenzione ai progetti didattici rivolti alle scuole e a quelli finalizzati alla inclusione sociale.

Prestigiose le partecipazioni a seminari nazionali ed internazionali, nei quali oltre a relazionare ha coordinato, in qualità di Project Manager, i lavori che si sono tenuti in Italia, Spagna, Marocco, Grecia, Libano, Portogallo, Tunisia, Egitto, etc., all’interno di progetti finanziati, su specifici progetti, dalla Unione europea.

Socio fondatore dell’Associazione Amici della Soprintendenza del Mare, componente del Comitato tecnico-scientifico del Trofeo del Mare di Pozzallo, Coideatrice dal 2017 del Villaggio letterario.

Raffaella De Rosa

Giornalista

Raffaella De Rosa, giornalista, ha scritto per il quotidiano Il Tempo di Roma e per l’agenzia di stampa parlamentare Attualità del Parlamento. Dopo la laurea in lettere a La Sapienza, ha collaborato alla cattedra universitaria di Letteratura Italiana dell’ateneo romano e all’Enciclopedia Italiana Treccani. Oggi è responsabile comunicazione dell’Associazione Generale Cooperative Italiane ed editor della Casa Editrice Male Edizioni.

Rossella Diaco

giornalista Rai

Conduttrice Rai, presentatrice di eventi culturali e musicali 

Conduttrice Rai dal 1983, voce più che autorevole per la musica italiana e non solo, Rossella Diaco da quando ha iniziato la sua carriera radiofonica ha fatto sì che si accendesse costantemente un cono di luce sul contesto musicale nostrano, dando spazio non solo ai big, ma contribuendo alla crescita di tanti artisti emergenti, dando loro importanza e visibilità proprio sui canali Rai.

Sara Favarò

Scrittrice

utrice di ricerche antropologiche, romanzi, saggi, poesie, testi teatrali, soggetti cinematografici, letteratura per l’infanzia. Ha pubblicato 47 libri ed un soggetto cinematografico. Presenta “Ponte Ponente Ponte Pi, Filastrocche conte scioglilingua di tutte le Regioni”.

Ingrid Fliter

Pianista

Insignita del prestigiosissimo Glimore Artist Award nel 2006, Ingrid Fliter si esibisce regolarmente nelle più importanti sale del mondo (Carnegie Hall di New York, Concertgebouw di Amsterdam, Suntory Hall di Tokio etc.), collaborando con orchestre del calibro della San Francisco Symphony Orchestra, London Philharmonia Orchestra, Sydney Symphony e moltissime altre.

Franco Foresta Martin

Geologo

Co-ideatore anno 2016, 2017. 2018, 2019

Franco Foresta Martin, geologo e divulgatore, ha svolto la sua attività professionale in testate prestigiose come il Corriere della Sera, Quark e Geo&Geo. Autore di numerosi libri di Astronomia, Fisica e Scienze della Terra, per la sua opera di diffusione della cultura scientifica, ha avuto intestato un pianetino che orbita tra Marte e Giove (Foresta Martin 18122). Usticese di nascita, è stato co-fondatore del Centro Studi e Documentazione Isola di Ustica; ora è direttore del Laboratorio Museo di Scienze della Terra Isola di Ustica. Svolge attività didattica in master universitari in Comunicazione Scientifica e attività di ricerca scientifica nei campi di Geologia, Geochimica e Archeometria.

Gandolfo


Gandolfo Gabriele David
Artista visivo e progettista culturale

Gandolfo Gabriele David è nato a Polizzi Generosa (PA) nel 1968. La sua ricerca esplora temi che hanno un focus specifico su natura e comunità, con progetti e installazioni che evolvono la prassi della land art e della urban art attraverso una formula partecipata. Le installazioni e i progetti artistici realizzati sono frutto di una stretta relazione con i partecipanti e vogliono avvicinare la gente comune ai linguaggi della contemporaneità. Co-fondatore di Dimora OZ, laboratorio di arti visive, performative e multimediali, persegue l’idea di progetti corali, le cui strategie culturali richiedono il superamento della figura del semplice artista nella relazione con la comunità.


Pablo Garcia

Ballerino di tango

Incomincia a studiare il Tango a 17 anni con maestri riconosciuti a livello internazionale e in particolar modo, fino al 2010 col suo amico e maestro di vita, Osvaldo Zotto. Nel 2004 entra a far parte della famosa compagnia “Tangox2” di Miguel Ángel  Zotto e partecipando a numerosi spettacoli, tour mondiali, festival organizzati con Alejandra Mantinan e Lorena Ermocida.

Nel 2011 partecipa all’ultima produzione di “Tangox2”: “Puro Tango”, che si rappresenta nel famoso Teatro Metropolitan di Buenos Aires.Nel 2012 fonda a Roma la scuola di tango “Dimension Tango” diventando in seguito, la PABLO GARCIA TANGO ACADEMY con due sedi a Roma e una a Napoli, continuando le collaborazioni con la compagnia Tangox2 e prendendo parte a numerosi festival ed eventi su scala nazionale e mondiale.

El Grinta

Scrittore

El Grinta, nato a Venezia il 28 settembre 1958, appartiene a una famiglia

meridionale ed infatti è cresciuto a Salerno. Qui, nel 1976, ha iniziato l’attività

giornalistica per una rivista parrocchiale conseguendo poi il primo premio

per la narrativa ad un concorso letterario (Premio “Ortensio Cavallo” – 1977); dal 980 è iscritto all’Ordine dei Giornalisti. Nel 1982 si è laureato in Scienze Politiche all’Università Statale cittadina. Nello stesso anno si è trasferito a Milano ove ha cominciato a lavorare in qualità di consulente stampa per aziende del settore informatico ed alta tecnologia. Attualmente è impiegato come dirigente presso una grande azienda italiana.

Peppe Iodice

attore

Napoletano doc, con un diploma all’Accademia di Teatro di Ernesto Calindri, Peppe Iodice ha portato nelle case di milioni di italiani un fresco modo di fare comicità. I suoi monologhi in tv non passano inosservati e, per questo, è diventato presenza fissa a Colorado. Non prima di una lunga e fortunata gavetta fatta di cabaret, fuori e dentro il piccolo schermo. Nato il 28 luglio 1970 (Leone), Peppe Iodice è un cultore della comicità e dell’improvvisazione. Nel 1997 ha vinto il prestigioso “Premio Charlot” dedicato al cabaret, e in televisione ha lavorato in importanti format. Ha fatto parte del cast di Zelig off  nel 2000 (condotto dalla coppia Claudio Bisio – Vanessa Incontrada), ed è in questa strepitosa palestra che si è fatto le ossa come cabarettista televisivo di successo. Coloradogli ha dato la fama indiscussa come comico tra i più amati dal pubblico con il suo ‘monologhista demotivante‘, e vanta diverse esperienze cinematografiche (in film come “Ventitre”). Spesso ospite in radio, ha portato in scena monologhi e gag esilaranti anche a Quelli che il calcio, e si diverte a inondare di risate il teatro, sua grande passione.

Silvina Larrea

Ballerini di tango

Silvina Larrea e Pablo Pouchot

Nati entrambi a Buenos Aires, danzano insieme come coppia di Tango Argentino dal 1995. Dotati di una forte presenza scenica e di una tecnica raffinata fanno rivivere con freschezza e naturalezza i diversi stili del tango. Nel 1996, 1998 e 1999 hanno danzato presso il Teatro Nacional Cervantes di Buenos Aires, insieme all‘“Orquesta Nacional de Musica Popoular Juan de Dios Filiberto“. Si esibiscono in numerose manifestazioni nella capitale argentina e fanno parte dei cast stabili nei locali tradizionali di Buenos Aires. Hanno partecipato a diversi festival ed spettacoli in Argentina, Italia, Grecia ed Inghilterra. Nel 2008 creano, insieme ad Antonio Davì, la Civitas Tango  un centro di cultura argentina-italiana, con sede nella città di Palermo, dove organizzano corsi, seminari, milongas, spettacoli teatrali e proiezioni di film d’autore. Dal 2013 realizano corsi di Tango Terapia presso l’APIS (Azione Parkinson Sicilia) per persone affette dal morbo di Parkinson. Vincitori del Premio Palermo Danza 2012, 2014, 2015.


Giovanni Lo Verso

artista

Diplomato all’Accademia di Belle arti, nella sezione scultura, ha scelto come lavoro per la propria vita la sua passione. Il suo pallino sono dei cubi animati, teneri, solidi, divertenti e iconici. Un’arte nobile la sua che strizza l’occhio alla modernità e al design.

Giulio Magli

Fisico

Giulio Magli è un fisico, Professore Ordinario di Archeoastronomia e attualmente Direttore del Dipartimento di Matematica al Politecnico di Milano. I suoi interessi scientifici riguardano prevalentemente il rapporto tra architettura, astronomia e paesaggio nelle culture antiche. Dopo aver lavorato numerosi anni sull’Egitto e le altre culture del Mediterraneo, è ultimamente impegnato in ricerche di Archeoastronomia in Asia. È autore di molte decine di articoli scientifici e di numerosi libri, tra cui “Architecture, astronomy and sacred landscape in ancient Egypt” per la Cambridge University Press e “Archaeoastronomy” per la Springer Verlag. È stato uno degli autori del documento “Astronomy and World Heritage” dell’UNESCO ed è da molti anni impegnato nella divulgazione scientifica sia sulla stampa che in televisione. Sul web è disponibile il suo corso online gratuito intitolato “Archaeaostronomy: introduction to the science of stars and stones”, sulla piattaforma Coursera.

Enzo Maione

Centro Sub Campi Flegrei

Nato a Napoli nel 1971, ha sempre vissuto a Pozzuoli a pochi metri dal mare, quel mare che sarebbe diventato il suo luogo naturale, il Parco Archeologico Sommerso di Baia. Nato a due passi dal mare, inizia a scoprire i fondali da bambino, grazie al padre che gli trasmette la passione per la pesca in apnea fin dai primi anni di età. Intraprende studi tecnici fino a diplomarsi come perito chimico e frequentare per qualche anno l’università di ingegneria chimica di Napoli. Durante gli studi, all’età di 18 anni, grazie ad un progetto scolastico, scopre che sott’acqua si può respirare e ne rimane folgorato scoprendo che può restarci per molto più tempo rispetto a quanto era abituato in apnea. Nel 1992 frequenta un corso di specializzazione come esperto in valorizzazione ambientale, al termine del quale è previsto un lavoro di gruppo per la realizzazione di un  CD ROM. Il tema assegnatogli è la città sommersa, a quel tempo non ancora area marina protetta, fu amore a prima vista.Successivamente consegue un brevetto subacqueo in un diving sotto casa Ideazzurra, dal quale non ne uscirà più. Non potendosi permettere un’assidua pratica dell’immersione a causa delle esigue disponibilità economiche, in quanto ancora studente, inizia subito a collaborare con il diving  per poter fare immersioni e pagarsi i corsi successivi fino a quelli professionali. Di quel diving insieme ad altri amici ne diventa gestore nel 2000 cambiando il nome in Centro Sub Campi Flegrei. Nel 2001 il mare gli fa conoscere Cristina, che diventerà sua moglie e da cui avrà un figlio di nome Luigi. Il diving center nel giro di qualche anno diventa tra i più importanti in Campania e successivamente si attesta tra i migliori in Italia, conseguendo il premio come miglior diving Padi in Italia nel  2011; 2012; 2015; 2016; 2018. Nel 2014 viene nominato da Padi Emea “Market leader” del territorio Europa, Medio Oriente, Africa, considerandolo tra i pochi professionisti della subacquea in grado di influenzare il mercato della subacquea.

Massimiliano Massimetti

Ballerino di tango

Inizia lo studio del Tango Argentino nel 1998. Studia con il Maestro Osvaldo Roldan seguendolo in varie città italiane. Dal 2000 al 2016 ha studiato con i maestri più rappresentativi del Tango Argentino  recandosi a Buenos Aires. Nel corso di questi anni si esibisce nelle “Milonghe” più importanti di Buenos Aires quali Confiteria Ideal, El Beso, Maipiù 444, Salon Canning, La Nacional. Importante l’incontro il Maestro Ricardo Viqueira con il quale comincia a collaborare in Italia attraverso stage di perfezionamento nelle diverse scuole di Roma. Attualmente insegna presso la scuola Danza Nuova e collabora con Associazioni italiane.

Maurilio Catalano


artista

Il mare è una costante del Maestro Maurilio Catalano, artista palermitano e uomo di cultura grande amico di Leonardo Sciascia. La sua galleria Arte al Borgo, a Palermo, da anni è un luogo di incontro di intellettuali provenienti da ogni parte del mondo.

Gaetano Minincleri

Presidente UICI Sicilia

Gaetano Minincleri, 70 anni, di Aidone (Enna), laureato in Lettere moderne, ha insegnato per 28 anni prima di andare in pensione. Ha svolto un'intensa attività politico-amministrativa ad Aidone, come assessore e vicesindaco. Entrato nell'Unione ciechi nel 1974 dopo aver perduto la vista quattro anni prima per una retinite pigmentosa, è stato prima presidente della sezione di Enna, poi consigliere nazionale e infine, dal maggio dello scorso anno, presidente regionale. Attualmente è anche il nuovo presidente della Stamperia Regionale Braille.

Maria Teresa Moccia di Fraia

archeologa

Laureata in Lettere Classiche alla Federico II di Napoli, consegue il Dottorato di Ricerca in Archeologia nello stesso Ateneo, è dal 1986 Docente di Lettere nel Liceo Virgilio di Pozzuoli dove insegna Italiano e Latino. E’ responsabile dell’Ufficio Stampa dell’Istituto per la Storia e l’Archeologia della Magna Grecia di Taranto che promuove annualmente il Convegno di Studi sull’Italia meridionale antica. E’ stata collaboratrice esterna del Centro Internazionale di Studi Numismatici di Napoli. Per conto della Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei ha, inoltre, curato diverse edizioni degli Incontri di Archeologia, presentando alcune collezioni (vetri, terrecotte e cristalli di rocca) del Museo Archeologico Nazionale ed illustrandone la Sezione Numismatica. Ha partecipato alle mostre “Abitare a Pompei” e “Musicalmuseo”, realizzando l’esposizione temporanea “Pozzuoli nel Museo Archeologico Nazionale” ed un Corso di archeologia dedicato al patrimonio monumentale flegreo. E' autrice di articoli inerenti la storia e l’archeologia della Campania antica. Attualmente ricopre il ruolo di Assessore alla cultura e al turismo del Comune di Pozzuoli.

Gianni Nanfa

attore

Gianni Nanfa, attore e cabarettista palermitano, docente di latino e greco è tra i più apprezzati anche a livello nazionale sin dagli anni Ottanta. Nome d’arte di Giovanni Battista inizia la carriera da  professionista inizia nel 1974 (nei 5 anni precedenti si esibisce a livello amatoriale in quanto impegnato negli studi universitari che si concludono nel 1974 con la laurea in lettere classiche con 110 e lode) come coautore dello spettacolo cabaret della prima compagnia di teatro Cabaret dell’Italia Meridionale “I Travaglini”. Lo spettacolo dal titolo: “Nodi, legami e pendagli da forca” diventa anche l’esordio come attore a fianco di Gigi Burruano, Alda Bruno ed Enzo Fontana con la regia di Antonio Marsala. Collabora con la RAI siciliana con un programma radiofonico domenicale dal titolo: “Radio Italia Marconi” che dopo un fortunato ciclo di 4 mesi verrà trasformato per la casa editrice Ariete in un gustosissimo testo umoristico firmato insieme a Bibi Bianca. Negli ultimi trent’anni è stato, e continua ad essere, campione di incassi e l’autore di teatro brillante più prolifico in Sicilia: 46 testi tra cabaret e commedie. Intensa l’attività televisiva tra “Grand Hotel Cabaret” e “Insieme”. Tra i riconoscimenti: nel 1998 “Uomo dell’anno”; nel 2003 “Il satiro bronzeo”; nel 2009 il Premio alla carriera “Aci Galatea e il Premio internazionale Sicilia “Il Paladino”; nel 2017 il Premio nazionale “Federico II di Svevia”. Dal 2008 ha dato vita alla casa editrice Edizioni AVIA. 


Ornella Notaro

Ecologa

Laureata in Ecologia Marina da qualche anno si occupa di educare  bambini e  ragazzi alla tutela e al rispetto dell’ambiente marino sia come guida nelle riserve marine sia nelle scuole attraverso laboratori di biologia marina. Collabora al progetto “Dive into the sea 360° ” che coniuga realtà virtuale al recupero dei fondali marini per accrescerne la biodiversità, educare allo sviluppo sostenibile e formare giovani cittadini consapevoli e impegnati a trasformare il proprio territorio

Giovan Battista Ombrello

Fotografo subacqueo

Palermitano, si interessa fin da giovane di fotografia, seguendo numerosi corsi in Francia, Palermo, Milano, in particolar modo sul linguaggio fotografico e la stampa in bianco nero. Molti i brevetti subacquei conseguiti: Istruttore Fipsas/Cmas, ESA, Photo Diver e Operatore Tecnico Archeologia Subacquea. Collabora con riviste di turismo, libri, giornali, e siti internet. Ha partecipato a  diverse esposizioni fotografiche collettive e sue molte mostre personali. Fondatore dell’ass. Palermofoto ne è docente presso la scuola di fotografia. Responsabile del gruppo Acsimare/Acsi Matteotti si occupa di educazione ambientale, salvaguardia del mare e  di fotografia subacquea. Socio Fondatore dell’associazione Amici della Soprintendenza del mare.


Massimo Onofri

Scrittore

Professore ordinario di letteratura italiana contemporanea all’Università di Sassari. Ha pubblicato prefazioni, saggi e articoli dedicati, tra gli altri, a Pirandello, Borgese, Brancati, Sciascia, Fiore, Bufalino, Consolo, Bertolucci, Giudici, Mario Soldati, Lalla Romano e Celati. Già redattore di “Nuovi Argomenti”, esperto di letteratura siciliana, è stato autore di numerose opere di saggistica. Collabora con L’indice dei libri del mese, coi quotidiani Avvenire e La Stampa, con i quotidiani regionali del Gruppo Editoriale L’Espresso.

Pasquale Palermo

artigiano

Artigiano del legno nell'isola di Ustica, appassionato di modellismo ed oggettistica. Dirige laboratori per bambini nell'isola di Ustica

Antonio Pandolfo

attore

Pandolfo inizia la sua attività teatrale a 16 anni con la Compagnia Piccolo Teatro di Alcamo, dove si fa notare per le sue capacità, e prende parte a vari progetti di autori come Pirandello, De Filippo.

Dopo alcuni anni intraprende gli studi teatrali e frequenta a Roma dei corsi presso l'Accademia Sharoff, lo studio di teatroterapia e diversi laboratori e seminari tenuti da diversi maestri:Emma Dante a Palermo laboratorio di ‘mpalermu), Jango Edwards sulla clownerìe, Teatribù di Milano sull'improvvisazione teatrale e pure un seminario sul metodoStrasberg con una insegnante dell’Actorìs Studio a di New York: l'attrice Marylin Fried. Grande appassionato del cabaret Pandolfo è un attore siciliano con una innata comicità che sa creare delle storie e dei personaggi davvero unici nel suo genere. È riuscito a conquistare il pubblico teatrale con i suoi numerosi spettacoli, alcuni dei quali scritti da lui stesso, che lo hanno portato ad un successo meritato. Dal 1998 viene coinvolto da molte scuole siciliane per i laboratori teatrali con minori e disabili. In Televisione lo troviamo 2018 La mossa del cavallo regia di Gianluca Maria Tavarelli, Palomar, 2012 Squadra antimafia 4, su Mediaset, 2011 Il giovane Montalbano, regia di Gianluca Maria Tavarelli, 2010 La famiglia Addams (zio Fester) TGS di Palermo, 2009 Distratto di polizia, sitcom, 2006 Insieme su Antenna Sicilia, 2004 Ciak si ride, Teleregione Forlì con Pippo Santonastaso. Al cinema lo troviamo nel 2018 La fuitina sbagliata (dei Soldi Spicci) e del Cattleya Lab con la regia di Mimmo Esposito, 2017 L'ora legale di Ficarra e Picone, 2011 La scorza delle arance, lungometraggio prodotto a scopo benefico.2008 La matassa di Ficarra e Picone. E' autore di oltre 15 monologhi che ha portato in scena in Italia dal 2003 ad oggi. 

Gino Pantaleone

Scrittore

E’ poeta e scrittore palermitano. Ha pubblicato tre raccolte di poesie, Urla di dentro (1995), Io così, se volete (1997), Il vento occidentale (2007). Tre saggi Non dobbiamo aver paura (2012), Il gigante controvento – Michele Pantaleone, una vita contro la mafia (2014), Servi disobbedienti (2017). Nel suo ultimo libro “Servi disobbedienti” il valore letterario, politico, sociale e culturale di Leonardo Sciascia e di Michele Pantaleone è sapientemente percorso e narrato dall’autore.

Angelo Petrella

scrittore

Napoletano, si trasferisce a Roma dove si laurea in Lettere Moderne presso l'Università La Sapienza, poi a  Parigi, poi Siena dove nel 2008  consegue un dottorato in Letteratura Italiana sull'opera narrativa di Luigi Pirandello. Dal 2010 cessa le pubblicazioni universitarie e abbandona l'ambito accademico per dedicarsi all'attività letteraria.Il suo esordio narrativo è con i romanzi brevi Cane Rabbioso (2006) e  Nazi Paradise (2007), tradotto anche in Germania).Nel 2008 esce il terzo romanzo La città perfetta con la Garzanti.  Più volte ristampato e finalista al Premio Scerbanenco, il romanzo viene tradotto in Francia e ne viene tratto un doppio allestimento teatrale per l'edizione 2010 del Napoli Teatro Festival. Intanto, l'autore inizia l'attività giornalistica, lavorando in particolare a inchieste e reportage narrativi apparsi sulle riviste Carta, Vanity Fair e Hustler. Alcuni di questi confluiranno nel volume Quello che manca un volume su Napoli.  Nel 2012 esce Le api randage con l'editore Garzanti, nel 2014 Pompei.L'incubo e il risveglio con l'editore Rizzoli . Nel 2017 esce il romanzo Operazione Levante che nell'ottobre dello stesso anno riceve il Premio Megaris per la narrativa. Nel 2018 esce Fragile è la notte per Marsilio Editore.  Come traduttore dall'inglese e dal francese, lavora alla collana il Giallo Mondadori 

lorenza Pieri

Scrittice

È autrice del romanzo Isole minori, pubblicato dalle edizioni e/o nel 2016, vincitrice del Premio Internazionale Capalbio e del XXX Premio Massarosa, in corso di pubblicazione in Germania, Spagna e Israele. Collabora con il trimestrale il Reportage e ha una rubrica fissa mensile (Take the cannoli. Cronache dagli Stati Uniti) sulla rivista Linus.

Ernesto Maria Ponte

attore

 Attore siciliano ha conseguito gli studi artistici presso il Laboratorio di esercitazioni sceniche diretto Luigi Proietti. Con lo stesso Proietti ha lavorato in: Leggero leggero (anno 1992) Roma, Teatro Olimpico A me gli occhi bis (anno 1993) Roma, Teatro Olimpico Prove per un recital (anno 1999) Milano Teatro, Smeraldo. Ha lavorato in altri spettacoli con la sola  regia di Proietti: L’opera del mendicante di John Gay (anno 1993) Roma Teatro Santa Galla, Benvenuto Cellini opera lirica di Berlioz (anno 1995) teatro dell’Opera di Roma.Con il Teatro Biondo stabile di Palermo ha rappresentato: Coriolano di Shakespeare con Giulio Brogi e Renato De Carmine per la regia di Roberto Guicciardini (anno 1994) Annata ricca di Nino Martoglio con Tuccio Musumeci e Giustino Durano per la regia di Roberto Guicciardini (anno 2000) Palermo senza scena di Pippo Spicuzza, Ernesto Maria Ponte protagonista regia di Pippo Spicuzza. (anno 2006).Durante gli ultimi anni l’attività artistica di Ponte si è alternata tra momenti di teatro impegnato e teatro leggero e musical (avendo anche buone doti canore)  che lo hanno visto  protagonista delle scena siciliane ricevendo consensi positivi sia dal pubblico che dalla critica; con spettacoli  rappresentati in  manifestazioni prestigiose tipo “Paleremo di Scena” e palcoscenici altrettanto prestigiosi come quello di Segesta  teatro antico. Di questi spettacoli elenchiamo: Il poeta in piazza di Ignazio Buttitta . Recital ideato e interpretato da Ponte con  musiche scritte da Antonio Fortunato ed eseguite dall’Orchestra di Musica Contemporanea di Palermo diretta da Gaetano Randazzo (rappresentato per “Palermo di Scena” anno 1997),  OK ragazzi, tutto a posto commedia musicale scritta diretta ed interpretata dallo stesso  Ponte con coreografie di Filippo Scuderi (rappresentato per “Palermo di Scena” anno 1995) ,  Curtigghio di li Raunisi di Ignazio Butitta regia di Nicasio Anzelmo, prodotto dal Teatro della Città di Catania, del quale Ponte ne era protagonista. (rapp. in vari teatri siciliani anno 2001),  Pluto di Aristofane che vedeva Ponte protagonista insieme a  Riccardo Garrone per la regia di Nicasio Anzelmo (rapp. al teatro antico di Segesta anno 2001),  L’isola che si lasciò morire monologo teatrale di Filippo D’Arpa (rappresentato al teatro antico di Segesta anno 2002), Ammuccia’ st’astuccio di A. Petito, farsa riscritta e diretta da Pippo Spicuzza. Ponte protagonista. (anno 2002/03),  Malgrado tutto dialogo teatrale di F. Darpa ( rapp. al teatro antico di Segesta anno2004)

Ponte è anche stato protagonista di tre produzioni del Teatro “Al Massimo” Stabile di Palermo: L’aria del continente commedia di N. Martoglio regia di Miko Magistero ( anno 2001/02), Un italiano ad Hollywood musical di Gianluca Terranova (anno 2003/04), Bijoux commedia di Maria Teresa Agugliaro regia di Antonello Capodici (anno 2006/07)

Non sono assolutamente trascurabili, sia  per qualità che per stile, quei monologhi di cabaret scritti e interpretati dallo stesso Ponte, e rappresentati in vari teatri e piazze siciliane, che gli hanno consentito di riscuotere quel successo e quella popolarità, che lo portano ad essere tra i più apprezzati attori comici siciliani.

Tra questi elenchiamo:     Parole Parlate (1995), Cose da Pif-Paf (1996), Cabaret in Concert (1997), Meglio Solo!! (2000), Pupi e Pupiddi (2002), Il Ponte mi sta stretto! (2005). V’intercetto a tutti! (2007),  Ridicolo da Quarant'anni (2008), Con l'acqua alla gola (2009)

E ancora ricordiamo Non tutti i ladri vengono per nuocere di Dario Fo, da Ponte  diretto ed interpretato e Vengo anch’io (tutto il sesso in 90 minuti) dei Picari, M. Scaletta, A. Lolli sempre daPonte interpretato

Due sono le sue esperienze in fiction televisive per la RAI 2 , Non parlo più (anno 1994), L’infiltrato (anno 1995)

Altre esperienze televisive: Su le mani Show televisivo con Giorgio Panariello (Rai uno anno 1995), Tintoria programma satirico (Rai tre anno 2006)

 Unica esperienza cinematografica è un piccolo ruolo nel film Il 7 e l’8 di Ficarra & Picone (anno 2006)

Vanno segnalati dei premi che Ponte ha ricevuto e che sicuramente hanno dato prestigio alla sua carriera artistica. Elenchiamo:

  • La Satira – Espressione di Libertà
  • Il Satiro Bronzeo
  • Premio “Liolà”
  • Premio “Agorà
  • Premio “La Pigna d’Argento”

Giacomo Rizzo

artista

Giacomo Rizzo è docente di Scultura e Tecniche della Fonderia presso l’Accademia di Belle Arti di Palermo.La sua poetica si configura come una continua ricerca estetica e di linguaggio attraverso il contatto diretto con la natura ed il suo territorio che diviene per l’artista un luogo dell’anima. Dall’incontro con lo spazio trae forti sensazioni e suggestioni che unite ad un’attenta analisi della società contemporanea raccontano, tramite la scultura, messaggi chiari e precisi. Le sue opere ed installazioni in rapporto al territorio e all’architettura sono presenti in numerose collezioni e musei. Ha realizzato molte opere pubbliche e monumenti tra questi: 2019 il Cuore di Sebastiano Ustica, percorso Archeologico sommerso di Ustica,  2016 Respiro, Museo Regionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Palermo (Palazzo Riso); 2017 Natural/Colateral, Museo Villa Cattolica, Bagheria (PA); 2016 Matermania, Villa Lysis Capri (NA), Matronato Museo Madre e Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee; 2015 Itaca, Monumento presso IAMC CNR- UOS, Osservatorio della biodiversità marina, Capo Granitola (TP); 2013, Input, scultura, Museo Stanza della seta, Ficarra (ME)

Anna Russolillo

architetto, event manager

Fondatore Villaggio Letterario 

Laureata in Architettura, Specializzata in Restauro dei Monumenti. Fonda nel 1992 lo studio “AR Architettura e Restauro” che lavora su tutto il territorio nazionale. Si citano qui alcuni suoi lavori e partecipazioni: Restauro e Valorizzazione del Rione Terra di Pozzuoli Consulente della Soprintendenza di Napoli, Restauro di Villa Favorita di Ercolano, Restauro e valorizzazione della necropoli paleocristiana a Pozzuoli, Restauro di Beni della Diocesi di Pozzuoli, etc. Molti progetti e realizzazioni all'attivo di nuovi edifici civili e religiosi tra cui la Chiesa sita nel Comune di Bacoli. Ha scritto numerose relazioni per studi di architettura per manufatti antichi; ha effettuato rilievi di importanti siti monumentali ed  archeologici. Ha al suo attivo numerosissimi Master dall’architettura all’archeologia, dal restauro alla storia dell’architettura. E’ presidente e fondatore della Associazione Lunaria Onlus A2 ed è fondatore della Rassegna Villaggio Letterario.

Monica Saladino

artista

Monica Saladino, (1973) Dopo gli studi accademici si abilita all’ insegnamento e lavora per il MIUR come docente di Disegno e Storia dell’ Arte. Illustratrice di libri per bambini, vive a Palermo dove è impegnata nella propria ricerca artistica e collabora con diverse case editrici. Conduce, con esperienza e grande passione, laboratori di arte e narrazione in Biblioteche, librerie e nelle scuole. Partecipa a numerosi progetti culturali e attività laboratoriali ad alto impatto sociale, relativi all’ area tematica dell’ accessibilità ai Beni museali e al diritto alla lettura. Realizza libri tattili e laboratori di esplorazione tattile al buio ( non vedenti, ipovedenti e vedenti ). Ha esposto in numerose mostre personali e collettive in Italia e all’ estero. Pubblicazioni: Il Ritorno di cappuccetto rosso; La Bananottera; Monsieur Lavoisier e il segreto della trasformazione; La pasticceria della felicità; ( VerbaVolant edizioni ).Una storia a quattro zampe; C’era una casa nel bosco; Alfabeto Affamato; ( La Medusa Editrice ). Occhi da orientale ( Il Ciliegio edizioni ); Ogni vita merita una favola; illustrazioni del racconto Cialoma; ( A&B edizioni ). Un gatto nella valigia ( Buk Buk edizioni ). Alice wonderland m’Palermu; Una sera nel bosco ho incontrato lupi cattivi; ( Qanat ).

Alberto Samonà

Giornalista e scrittore

Giornalista e scrittore, vive e lavora a Palermo. Collabora con il quotidiano Libero ed è direttore responsabile de IlSicilia.it. Ha scritto per il Secolo d’Italia, L’OraLa SiciliaOggi Sicilia. Si occupa di uffici stampa. Ha pubblicato libri ispirati al ‘pensiero tradizionale’ e alla conoscenza di sé: Le colonne dell’eterno presente (2001), La Tradizione del sé (2003), Il padrone di casa (romanzo, 2008), Giordano Bruno nella cultura mediterranea e siciliana dal ‘600 al nostro tempo (2009). Bent Parodi. Tradizione e Assoluto (Tipheret 2011), il romanzo storico È già mattina (2013) e le raccolte di racconti Panormus. Genio oltre il visibile(2016) e I colori di Śiva (2017). Suoi saggi critici sono inseriti in diversi volumi. Ha scritto e diretto gli spettacoli Una fiamma a Campo de’ Fiori, L’oro del cavaliere, I giardini di Giovanna. Ha, inoltre, scritto i testi teatrali Le notti di Casimiro e Arcani maggiori. Dal suo racconto La bambina all’Alloro, il cantastorie irakeno Yousif Latif Jaralla ha tratto lo spettacolo Le orme delle nuvole. Fa parte della giuria siciliana del Premio Letterario “La Giara” promosso dalla RAI. È consigliere della Fondazione Famiglia Piccolo di Calanovella.

Francesca Santangelo

Ballerini di tango

Francesca Santangelo e Luca Morale


I maestri, Francesca Santangelo e Luca Morale ballano insieme dal 2011. Si sono formati professionalmente presso i maestri: Javier Rodriguez e Moira Castellano, Maria Alejandra Arruè e Sergio Natario, Yanina Quinones e Neri Piliu, Fernando Carrasco e Gimena Hoeffner, Fernando Gracia e Sol Cerquides, Natalia Hills e Alejandro Aquino, Geraldine Rojas e Ezequiel Paludi. Nel 2015 sono vice campioni di Tango escenario del Mediterranean and Eastern Europe “Tango Acropolis” e vicecampioni italiani “Tango de Pista”. Nel 2016 sono campioni italiani “Tango escenario” Preliminar de Tango BA Mundial de Baile 2016.Fanno parte di diverse compagnie di tango Argentino per vari spettacoli in Italia ed Europa. Insegnano a Napoli e Isernia.

Antonio Scannavino

biologo marino

Laureato in Scienze Biologiche, ha partecipato a numerosi progetti di ricerca al Dipartimento della Scienza della Terra e del Mare (DISTEM) ed ha conseguito un master, un dottorato e un Post Doc nell’ambito delle Tecnologie per la Sostenibilità ed il Risanamento Ambientale all’Università di Palermo. Inventore di diversi brevetti nazionali nell’ambito delle tecnologie avanzate ed eco-sostenibili per il ripristino di fondali marini degradati attraverso l’utilizzo di plastica biodegradabile (MaterBi) e Posidonia oceanica, è stato anche, amministratore di una società Spin- off dell’Università di Palermo operante nel campo della ricerca marina. Autore e coautore di oltre 40 lavori pubblicati su riviste nazionali e internazionali e di pubblicazioni a carattere divulgativo. Negli ultimi anni sta promuovendo nel territorio un progetto unico dal titolo “DIVE INTO THE SEA 360°” che unisce la realtà virtuale al recupero dei fondali marini per accrescerne la biodiversità, educare allo sviluppo sostenibile e formare giovani cittadini consapevoli e impegnati a trasformare in meglio il proprio territorio.

Nando Sutera Sardo

tiflologo

ll dott. Leonardo Sutera  Sardo da 23 anni, è il tiflologo responsabile del centro di Consulenza Tiflodidattica della Biblioteca Italiana per i Ciechi Regina  Margherita Onlus  che ha  competenza territoriale sulla Sicilia Orientale. Nell’ambito delle disabilità sensoriale visiva si occupa di consulenza tiflologica rivolta ai docenti, alle famiglie e alle agenzie educative diversamente impegnate nei processi di inclusione scolastica.  Sempre nell'ambito dei non vedenti e ipovedenti,  si occupa: della progettazione di percorsi di aggiornamento- formazione di docenti  curriculari e di sostegno, di ideazione di ausili didattici per bambini non vedenti quali fiabe tattili, di progettazione di campo estivi abilitativi/riabilitativi. Ha  ideato e redatto riviste per bambini, ragazzi e adulti non vedenti: "Carta giovane", "Magic Box" e "Scienze.dot". Docente in corsi di formazione e Master universitari ricopre altresì il ruolo di direttore scientifico dell'IRI.FOR Sicilia ONLUS

Giorgia Tinnirello

archeologo subacqueo

Nata a Gela nel 1993, il mare e l'archeologia diventano l'obiettivo della sua formazione accademica e professionale. Studia presso la Freie Universitat di Berlino e attualmente all'Università Ca Foscari di Venezia laureanda in archeologia orientale e dove ogni anno svolge dei percorsi di formazione e studio operando in diversi contesti archeologici subacquei in Sicilia e in Sardegna. A Gela, con il Mediterranean International Centre of Studies e l'Università di Cadice si è occupata del ripristino dell'Acropoli di Gela. Presso il parco archeologico Mura Timoleontee nel 2012 è stata nominata responsabile della valorizzazione del sito in occasione di eventi culturali. E' subacquea con brevetto Advanced.

Santo Tirmetta

Fotografo subacqueo

Nato a Sciacca, è un esperto sub che ha conseguito negli anni svariati brevetti di subacquea e ha unito a questa passione, quella per la fotografia, affermandosi come campione di fotografia subacquea e vincendo nel 2016 il titolo di “Campione Nazionale fotosafari 2016”. La sua attività ha un importante ruolo storico scientifico, infatti le sue fotografie sono pubblicate in volumi dedicati ai relitti sommersi nel mare, tra questi si menziona “Relitti di Sicilia”, una preziosa raccolta di documenti storici e di importanti testimonianze fotografiche dei relitti che giacciono sul fondo marino siciliano.

Sebastiano Tusa

Assessore dei Beni Culturali e dell'Identità Sicil

Assessore dei Beni Culturali e dell'Identità Siciliana. Paleontologo, già Soprintendente del Mare della Regione Siciliana. Docente Universitario a Napoli, a Palermo, a Trapani, a Bologna ed in Germania. Ha pubblicato numerosi saggi dal 1990 al 2017: La preistoria nel territorio di Trapani, Mozia, Storia Preistorica, La Sicilia nella preistoria, Archeologia e storia nei mari in Sicilia, Selinunte, Sicilia archeologica, Federico II e il suo tempo, Primo Mediterraneo, In viaggio tra mediterraneo e storia.

Andrea Tusa

Antropologo

Andrea Tusa si laureato alla facoltà di lettere e filosofia al corso in teorie e pratica dell'Antropologia nel 2009 alla Sapienza di Roma e da 10 anni svolge attività di ricercatore.  

Sergio Vespertino

Attore ed ambasciatore della cultura siciliana

Co-ideatore anno 2016, 2017, 2018, 2019

E’ considerato uno dei migliori attori di teatro siciliano. La sua carriera artistica e professionale comincia nel 1990 come capocomico dei Treeunquarto, con il quale conosce un grande successo personale. Dopo dieci anni lascia il gruppo, ormai popolarissimo, per dedicarsi all’affinamento della propria preparazione artistica di attore di teatro, di televisione e di cinema. Ha all’attivo numerose partecipazioni in fiction nell’ultima La Mafia uccide solo d’estate nel ruolo di Tommaso Buscetta. Ha partecipato a numerosi film italiano e nel 2016 al  film di Pif “In guerra per Amore”. E’ coideatore dalla data dal 2016 della Kermesse ” Villaggio Letterario”.

Lucia Vincenti

scrittrice

Co fondatrice Villaggio Letterario dal 2015 

Laureata in Scienze politiche, da oltre vent’anni conduce ricerche relative alla storia contemporanea siciliana durante il fascismo. I suoi saggi sul tema: Storia degli Ebrei a Palermo durante il fascismo (1998); Persecuzioni antisemite in Sicilia durante il fascismo. Oblio di un recente passato, nel catalogo della mostra “Ebrei e Sicilia” (2003); Non mi vedrai più. Persecuzione, internamento e deportazione dei siciliani nei lager (1938-1945) (2004); Il silenzio e le urla. (2007), Le donne ebree in Sicilia al tempo della Shoah. Dalle leggi razziali alla liberazione (2013) e Vento di Sicilia (2015). I suoi romani sono: Il guanto bianco di Cagliostro (2016), Come il volo (2016). Ha ricevuto   incarichi pubblici: nel 2000 è stata nominata membro del Comitato Scientifico della Mostra “Ebrei e Sicilia”; dal 2013 è Consulente del Sindaco del Comune di Palermo, come esperto sulla Shoah.  Ha tenuto decine di convegni, seminari e incontri presso le scuole e le istituzioni siciliane. Ricopre la carica di presidente dell’associazione Villaggio Letterario. E’ co-fondatrice dal 2014 della Rassegna Villaggio Letterario.

Francesco Viviano

giornalista

Francesco Viviano è un giornalista e scrittore siciliano. È nato nel 1949 a Palermo, città che ha segnato la sua vita personale e professionale. Da qualche anno vive a Roma e lavora per il quotidiano «La Repubblica». Da cronista di mafia ha vissuto e raccontato la Palermo degli anni ’80 e ‘90. È stato inviato di guerra in Iraq e Afghanistan. In un suo libro Io, killer mancato (2014), Viviano racconta di quando, 17enne, si trovò con una pistola in mano puntata verso il killer di suo padre. È autore anche di Mauro De Mauro, una verità scomoda (2009); I misteri dell’agenda rossa (2010); Alfano, biografia non autorizzata (2011); Capaci, via D’Amelio (2012),  Visti da vicino (2012), Non lasciamoli soli (2018)

Francesca Ziniti


Inviata di « La Repubblica», ha seguito tutte le grandi inchieste di mafia e di cronaca in Sicilia. Insieme a Francesco Viviano ha vinto il premio Cronista dell’anno nel 2008 e sempre con lui ha pubblicato per Aliberti Morti e silenzi all’università. Il laboratorio dei veleni (2010),  I misteri dell'agenda rossa (2010), Falcone e Borsellino, gli uomini e gli eroi (2012), Capaci/Via D'Amelio (2012),  Non lasciamoli soli (2018)